CONTATTI

Chirurgia

Noi crediamo che la bravura del chirurgo stia non solo nell’eseguire l’intervento, ma nella sua corretta preparazione mediante scrupolosa valutazione dei rischi e nell’adozione di tutti quegli accorgimenti chirurgici e farmacologici che limitano il disagio post-operatorio del paziente una volta a casa.

 

La chirurgia orale comprende un gran numero di procedure:

 

  • Estrazione dell’ottavo dente (o dente del giudizio)
  • Posizionamento impianti 
  • Rimozione cisti o neoformazioni del cavo orale
  • Biopsie
  • Rimodellamento osso e gengive

Estrazione dei denti del giudizio

 

Perché l’ultimo dente è così speciale che si rende frequentemente necessaria l’estrazione?

Il dente del giudizio è un dente come tutti gli altri, che se erompe correttamente e trova spazio in arcata, non c’è motivo di eliminare.

 

Il problema si genera :

  1. Quando non erompe, trattenuto in parte o completamente dalla conformazione della mandibola
  2. Quando la direzione di crescita lo spinge contro il dente vicino

 

In entrambi i casi può causare ascessi dolorosi e ricorrenti e mettere in pericolo la salute del dente vicino e del paziente stesso.

La corretta valutazione della crescita del dente del giudizio e la sua estrazione precoce (prima dei 25 anni) previene spiacevoli complicanze in età matura.

La valutazione e la programmazione dell’intervento devono essere fatte mediante radiografia panoramica (OPT) e talvolta TAC 3d. Queste indagini servono a valutare la vicinanza delle radici del dente in questione con il nervo alveolare inferiore che scorre all’interno della mandibola e raccoglie la sensibilità della mandibola e del labbro inferiore.

E’ quindi un intervento assai frequente ma che va valutato e programmato attentamente; inoltre è necessario eseguirlo con tutta la calma e la professionalità che merita.

engive